fisioterapia

Blog

Giornata mondiale della fisioterapia: il contributo di Alberto

Tempo di lettura: 3 '

Dal 1996 la WCPT (World Confederation for Physical Therapy) ha indetto l’8 settembre come giornata mondiale della fisioterapia, Quest’anno l’appuntamento più importante si svolgerà a Città del Capo in Sud Africa e riunirà delegazioni di fisioterapisti da tutto il mondo con l’obiettivo di dare risalto al grande lavoro che i fisioterapisti svolgono per i loro pazienti, ai benefici del trattamento fisioterapico e all’importanza del ruolo del fisioterapista per la salute globale.

Il fisioterapista: chi è e che cosa fa

Il fisioterapista infatti è un professionista che lavora in moltissimi ambiti della riabilitazione, ma il suo ruolo è considerato dai più in modo riduttivo. Il fisioterapista si occupa della preparazione e della convalescenza dopo un intervento chirurgico, della riabilitazione in pazienti con problematiche di carattere ortopedico, a carico del sistema nervoso (centrale e periferico), ma interviene con efficacia anche in pazienti con problematiche a carico dell’apparato digerente, o in persone con problematiche cardiocircolatorie e respiratorie, nelle donne durante e dopo la gravidanza ed anche per problematiche che possono insorgere nel neonato. Insomma, il suo lavoro non incide soltanto a livello ortopedico. Il fisioterapista interviene in vari ambiti e ambienti: da quello sportivo, sul campo, a quello ospedaliero, a quello ambulatoriale, a quello domiciliare e si avvale di diverse tecniche e mezzi: dalle terapie fisiche (come ad esempio la tecar o gli ultrasuoni), alla terapia manuale, all’esercizio terapia.

Alla ricerca delle origini del problema

Un tema essenziale che ha interessato il meeting di quest’anno, ma che in realtà non è mancato neanche nelle precedenti edizioni, riguarda l’estrema importanza che ha in questa professione il non perdere di vista l’unità dell’individuo: l’importanza di non etichettare il paziente con la sua problematica, ma saper vedere oltre, ricercando l’origine del problema. Anche in ambito medico in questi ultimi anni si sta sempre più prendendo le distanze da una medicina “settorializzata”, riconoscendo invece la centralità dell’individuo che ha delle funzioni corporee strettamente integrate e che per mantenere uno stato di salute deve avere necessariamente capacità e risorse per adattarsi all’ambiente. Per esempio, un organismo sottoposto ad un alto livello di stress riesce generalmente a mettere in atto una serie di modificazioni fisiologiche e di adattamenti pienamente reversibili, con lo scopo di raggiungere un nuovo equilibrio e poter dunque sopportare lo stress imposto dagli eventi esterni. Tale sforzo però non può essere mantenuto troppo a lungo poiché comporta per il nostro organismo un costo energetico troppo elevato. In condizioni di stress cronico, questi adattamenti divengono di fatto nocivi per il nostro corpo e possono causare effetti deleteri localmente, per esempio a carico di un’articolazione, di un tessuto, di un organo, o anche sull’intero organismo.

Il ruolo della terapia manuale

In particolare, la terapia manuale, una branca della fisioterapia, viene da molto tempo utilizzata con efficacia per trattare queste problematiche. Questa specializzazione permette un sistema di valutazione, diagnosi e trattamento manuale incentrato sulla persona e sul prendersi cura di essa, ricercando le istanze che condizionano i sistemi di autoregolazione e autoguarigione e la capacità di adattamento rispetto agli stimoli ambientali esterni ed interni: si tratta cioè di mettere in evidenza ciò che sta condizionando la salute della persona e attraverso tecniche manuali aiutarla a ristabilire l’omeostasi (“omeos” in greco significa stesso e “stasis” stabile, dunque “rimanere stabile rimanendo lo stesso”) e l’allostasi (“allos” variabile, “stasis” stabile, dunque la capacita di “rimanere stabile essendo variabile”).

Il movimento è vita: comincia adesso

Ed è proprio di questo che, da qualche anno ormai, mi occupo all’interno di Show, integrando la classica terapia manuale a “l’esercizio-terapia”. Per me la terapia manuale è un’arte, l’arte di percepire l’altro e di accompagnarlo nel movimento, movimento che è vita. Cogliendo dunque l’occasione di questa giornata, l’invito è quello di fare prevenzione per la vostra salute, rivolgendovi ad un professionista di fiducia che vi possa aiutare nell’individuare possibili problematiche prima che si presentino i sintomi ed accompagnarvi in un percorso di conoscenza e rispetto per il vostro corpo e la vostra mente.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Che bello!

Siamo contenti tu abbia deciso di iniziare da oggi il tuo cambiamento.

Nelle prossime ore ci prenderemo cura di contattarti per fissare il nostro primo incontro.

A presto!

Il Team di Show Club

Sei giu00e0 cliente Break?

ABBIAMO UNA BELLA NOTIZIA PER TE!

Avrai la possibilitu00e0 di convertire i tuoi allenamenti in sessioni di Virtual Group Training!

Una soluzione rapida, efficace, ancora piu00f9 sicura per continuare il tuo percorso direttamente da casa, senza pagare servizi in piu00f9.

Clicca sul tasto arancione qui sotto e ti contatteremo al piu00f9 presto per fornirti tutti i dettagli per accompagnarti nel mondo di Show Virtual Group Training!

Ti stai iscrivendo alla nostra newsletter


    MF

    Cliccando su invio dichiaro di aver letto e accetto l’informativa privacy.

    Fantastico!

    L’operazione è andata a buon fine!

    A presto!

    Il Team di Show Club

    Prossimamente sugli schermi Show una sorpresa per te!

    Sei giu00e0 cliente Break?

    ABBIAMO UNA BELLA NOTIZIA PER TE!

    Avrai la possibilitu00e0 di convertire i tuoi allenamenti in sessioni di Virtual Group Training!

    Una soluzione rapida, efficace, ancora piu00f9 sicura per continuare il tuo percorso direttamente da casa, senza pagare servizi in piu00f9.

    Clicca sul tasto arancione qui sotto e ti contatteremo al piu00f9 presto per fornirti tutti i dettagli per accompagnarti nel mondo di Show Virtual Group Training!

    Prossimamente sugli schermi Show una sorpresa per te!

    Ti stai iscrivendo alla nostra newsletter


      MF

      Cliccando su invio dichiaro di aver letto e accetto l’informativa privacy.

      Fantastico!

      L’operazione è andata a buon fine!

      A presto!

      Il Team di Show Club

      Ti stai iscrivendo alla nostra newsletter


        MF

        Cliccando su invio dichiaro di aver letto e accetto l’informativa privacy.

        Che bello!

        Siamo contenti tu abbia deciso di iniziare da oggi il tuo cambiamento.

        Nelle prossime ore ci prenderemo cura di contattarti per fissare il nostro primo incontro.

        A presto!

        Il Team di Show Club

        Sei giu00e0 cliente Break?

        ABBIAMO UNA BELLA NOTIZIA PER TE!

        Avrai la possibilitu00e0 di convertire i tuoi allenamenti in sessioni di Virtual Group Training!

        Una soluzione rapida, efficace, ancora piu00f9 sicura per continuare il tuo percorso direttamente da casa, senza pagare servizi in piu00f9.

        Clicca sul tasto arancione qui sotto e ti contatteremo al piu00f9 presto per fornirti tutti i dettagli per accompagnarti nel mondo di Show Virtual Group Training!

        Prossimamente sugli schermi Show una sorpresa per te!

        Fantastico!

        L’operazione è andata a buon fine!

        A presto!

        Il Team di Show Club

        Che bello!

        Siamo contenti tu abbia deciso di iniziare da oggi il tuo cambiamento.

        Nelle prossime ore ci prenderemo cura di contattarti per fissare il nostro primo incontro.

        A presto!

        Il Team di Show Club