Caffè (con moderazione), un alleato per la tua salute

Tempo di lettura: 2 '

Alzi la mano, chi non beve almeno un caffè al giorno. Già, difficile che qualcuno si privi del piacere di una tazzina di caffè fumante al mattino o dopo pranzo. Bere, con moderazione, questa bevanda ti aiuta a dare un bel boost al tuo metabolismo, oltre a fornirti caffeina ed altre sostanze che ti permettono di allenarti con carica ed energia. E per gli amanti di questo “drink”, ecco arrivare un’altra buona notizia.

Na tazzulella e cafè

Uno studio inglese apparso anche sul British Medical Journal ha rilevato che il consumo di caffè può ridurre il rischio di cancro alla prostata. I ricercatori, dopo aver esaminato dati e studi condotti anche negli USA, in Europa e in Giappone, hanno rilevato come come nei consumatori abituali di caffè si abbia “associato a un ridotto rischio di cancro alla prostata. Sono ancora necessarie ulteriori ricerche per esplorare i meccanismi sottostanti e i composti attivi nel caffè

I ricercatori hanno esaminato studi condotti in America, Europa e Giappone, esaminando i dati di oltre un milione di uomini in totale. Rispetto ai non habituè del caffè, gli habitué avevano un rischio di cancro alla prostata diminuito del 9%. 

Sempre secondo i ricercatori “Se si dimostrerà ulteriormente che l’associazione è un effetto causale, gli uomini potrebbero essere incoraggiati ad aumentare il consumo di caffè per ridurre potenzialmente il rischio di cancro alla prostata“.

Cancro alla prostata, come prevenirlo

Il cancro alla prostata è la seconda causa di mortalità tra gli uomini negli Stati Uniti. Ecco perchè una dieta equilibrata, dove carni rosse ed alcol siano messi nella lista nera dei cibi e delle bevande su cui fare affidamento, può essere una prima grande idea per prevenire problemi più gravi in futuro.

In più, oltre all’alimentazione sana, anche una sana dose di esercizio fisico, meglio se personalizzato, può essere un aiuto veramente rilevante per la tua salute. A 360 gradi. Chi l’avrebbe mai detto. Certo, servono guida, squadra e metodo. Persone e professionalità in grado di condurti verso una vita più attiva, sana e felice.

Ecco perché già oggi è il giorno giusto per iniziare a muoverti!

CREDIT: https://it.freepik.com/foto

Digital detox, liberazione vera!

Tempo di lettura: 6 '

Digital detox o disintossicazione digitale, cioè un periodo di tempo in cui una persona non utilizza nessun dispositivo tecnologico. Esattamente il contrario di quello che stai facendo tu leggendo quest’articolo! Scherzi a parte, ma nemmeno troppo, oggi scriviamo dell’importanza di staccare dai nostri dispositivi tecnologici. Smartphone, televisori, computer, tablet, social media e molto altro. Tutto molto bello nella teoria, ancora di più nella pratica, perché la “disintossicazione” dai dispositivi digitali è sicuramente una delle grandi sfide del mondo sociale a cui ci apprestiamo a vivere. Rinunciare ai dispositivi sociali per concentrarsi, veramente, sulla vita reale. Senza distrazioni, con interazioni sociali vere!

Le ricerche

Seconda una ricerca condotta dalla Nielsen Company, del 2018, una persona adulta negli USA trascorre 11 ore al giorno in compagnia di media e social media.  

Alla luce di questo appare lampante un dato: il sovrautilizzo di dispositivi tecnologici può diventare una dipendenza comportamentale che porta a problemi fisici, sociali e psicologici.

Trascorrere del tempo con te stesso, senza interferenze digitali, è un momento inestimabile di crescita e miglioramento. O può essere anche semplicemente un momento di stacco dalle tue questioni lavorative – e non – quotidiane.

Sempre nell’indagine annuale Stress in America dell’American Psychological Associations, il 18% degli adulti statunitensi ha raccontato come la tecnologia sia una fonte significativa di stress nella propria vita. Come può sorprendere? Sei attorniato da messaggi, mail, notifiche, ad ogni ora e ogni giorno. Addirittura si arriva a sentire un senso di astinenza quando un dispositivo non da segnali di vita, contribuendo ulteriormente allo stress.  

E dall’Europa non arrivano notizie confortanti: uno studio svedese ha scoperto che l’utilizzo massiccio di smartphone e dispositivi digitali è collegato a problemi di sonno, depressione ed aumento dello stress tra i giovani adulti. di

Sonno, peso e non solo.

In moltissimi smartphone oramai appare regolare il report settimanale delle utilizzo medio del dispositivo. Se andiamo a leggere con attenzione i dati si scoprono che la maggior parte del tempo la trascorriamo nei social media elettronici, che hanno effettivi negativi in termini di sonno, ma anche emotivo-relazioni. Soprattutto controllare quest’ultimi prima di dormire producono ansia, insonnia e minore continuità nel tuo sonno. Ulteriore dettaglio: anche l’indice di massa corporea, su individui che utilizzano molto la tecnologia, subisce impennate pazzesche.

È tutto un equilibrio

Sia chiaro, la tecnologia – utilizzata correttamente – ti aiuta a vivere, agevolandoti in un sacco di azioni quotidiane. Se si arriva a parlare di Digital Detox è perché ad un certo punto, soprattutto i social media, prendono il sopravvento su alcuni aspetti della vita reale. Ma il troppo, si sa, stroppia. Quella sensazione di essere sempre connessi può rendere difficile creare confini tra la tua vita domestica e quella lavorativa. I ricercatori dell’Università della Pennsylvania hanno recentemente pubblicato la prima ricerca sperimentale che collega l’uso di siti di social media come Facebook, Snapchat e Instagram alla diminuzione del benessere. I risultati hanno rivelato che limitare l’uso dei social media ha ridotto i sintomi di depressione e solitudine. 

Confini netti

Quante volte anche in vacanza o a casa la sera prima di dormire o a cena, ti viene voglia di controllare la posta, rispondere a un messaggio di un collega o dare una controllata su cosa succede sui social media? Tante? Bene, una sano periodo di digital detox è il segreto per stabile confini netti e precisi tra la vita lavorativa e quella vita privata. Dettaglio tutt’altro che banale.

Esempio classico: se passi del tempo sui social media, probabilmente ti sei trovato a confrontare la tua vita con quella dei tuoi amici, della tua famiglia, dei perfetti sconosciuti e delle celebrità. Potresti trovarti a pensare che tutti gli altri sembrano condurre una vita più piena, più ricca o più eccitante basata sul piccolo scorcio curato che vedi sui loro post su Instagram o Facebook. 

Come dice il proverbio, il confronto può davvero essere il ladro della gioia. Disintossicarti dalle tue connessioni sociali può essere un buon modo per concentrarti su ciò che è importante nella tua vita senza confrontarti con gli altri.

I segnali per mettere in atto la tua digital detox?

  • Entri in ansia e stress se non riesci a trovare il tuo smartphone
  • Controlli ogni minuto il tuo smartphone
  • Rabbia, ansia e depressione si impossessano di te nel momento in cui ti scolleghi dai social media.
  • Conti i like sui tuoi post social. Come se un numero certificasse la bontà o meno di un tuo pensiero o pubblicazione…
  • Timore di perdere qualcosa se non continui a controllare il tuo dispositivo
  • Resti alzato fino a tarda ora per giocare al cellulare. a stare alzato fino a tardi o alzarti presto per giocare sul tuo telefono.
  • Ti concentri con grande difficoltà senza il telefono in mano.

Come fare adesso?

Ecco una lista di comportamenti pazzeschi per iniziare fin da subito la tua Digital Detox!

  • Quando mangi i pasti, in particolare quando pranzi con altre persone
  • Quando ti svegli o vai a letto
  • Quando lavori a un progetto o a un hobby
  • Quando passi del tempo con amici o familiari
  • Prima di andare a dormire ogni notte

Distaccarsi dai tuoi dispositivi può giovare al tuo benessere mentale, ma fare una disintossicazione digitale non deve comportare una completa separazione dal tuo telefono e da altre connessioni tecnologiche. Il processo è spesso più incentrato sulla definizione dei limiti e sull’assicurarsi di utilizzare i dispositivi in ​​modo da trarre vantaggio, anziché danneggiare, la tua salute emotiva e fisica.

Se riesci a eseguire una disintossicazione digitale completa per un certo periodo di tempo, potrebbe essere qualcosa di molto utile. Essere completamente disconnessi può essere liberatorio e rinfrescante. Rinunciare completamente a tutte le forme di comunicazione digitale potrebbe non essere possibile, in particolare se si fa davvero affidamento sul rimanere in contatto per lavoro, scuola o altri obblighi. 

Ciò non significa che non puoi godere dei benefici di una disintossicazione digitale; la chiave è disconnettere qualcosa che funzioni per i tuoi programmi e la tua vita. 

Se hai bisogno dei tuoi dispositivi durante il giorno per il tuo lavoro, prova a fare una mini-disintossicazione alla fine della giornata lavorativa. Scegli un momento, il momento giusto per te. Per spegnere i tuoi dispositivi e poi concentrarti sul trascorrere una serata completamente libera da cose come social media, messaggi di testo, video online e altre distrazioni elettroniche. 

Limiti, chiari!

Sebbene non sia sempre possibile o addirittura preferibile disconnettersi completamente, impostare limiti su quando queste connessioni digitali possono intromettersi nel tuo tempo può essere positivo per il tuo benessere mentale. 

Ad esempio, potresti voler utilizzare il telefono per riprodurre la tua playlist Spotify o Apple Music mentre ti alleni, ma impostarlo sulla modalità aereo ti assicurerà di non essere distratto da telefonate, messaggi di testo, altri messaggi o app notifiche durante l’allenamento. 

Stabilire dei limiti sul tipo e sulla tempistica delle connessioni a cui parteciperai aiuta a garantire che puoi goderti le attività del mondo reale completamente senza deviazioni digitali. 

Potrebbe anche essere utile limitare l’utilizzo del dispositivo mobile immediatamente prima di andare a dormire. 

Un altro modo per iniziare la disintossicazione digital detox è disattivare le notifiche push sul telefono. Molte app di social media tra cui Facebook, Instagram, Twitter, Pinterest e siti Web di notizie inviano avvisi ogni volta che ricevi un messaggio, una menzione o un nuovo post.

Invece di controllare determinate app o siti Web ogni volta che una nuova storia o un nuovo post colpisce, dedica un momento specifico ogni giorno in cui controllerai i tuoi messaggi o le tue menzioni. Quindi riservare un certo tempo, circa 20 o 30 minuti, da dedicare al recupero e all’invio delle risposte.

Potresti scoprire che è utile lasciare il telefono indietro per almeno un breve periodo. Gli studi hanno scoperto che la semplice presenza di un dispositivo mobile, anche se non lo si utilizza attivamente, abbassa i livelli di empatia e diminuisce la qualità della conversazione quando si interagisce con altre persone, un fenomeno che i ricercatori hanno soprannominato “l’effetto iPhone”.

Alla prossima cena con gli amici, prova ad “abbandonare” il cellulare a casa.

Digiuni digitali personalizzati

Alcune idee da prendere in considerazione per applicarli al meglio:

  • Digiuno digitale: rinuncia a tutti i dispositivi digitali per un breve periodo di tempo, ad esempio un giorno o fino a una settimana.
  • Astinenza digitale ricorrente: scegli un giorno della settimana per non utilizzare il dispositivo.
  • Disintossicazione specifica : se un’app, un sito, un gioco o uno strumento digitale occupa troppo tempo, concentrati sulla limitazione dell’uso di quell’elemento problematico
  • Disintossicazione dai social media : concentrati sulla limitazione o addirittura sull’eliminazione completa del tuo utilizzo dei social media per un determinato periodo di tempo

Aiuto interno ed esterno

Un’adeguata digital detox avviene se le persone che ti circondano, sanno di questi tuoi tentativi. Trova modi per distrarti, facendo svariate attività differenti che possano piacerti. Poi, cerca di eliminare le app dei social media dal tuo smartphone e inizia a muoverti. L’esercizio fisico può distrarti in modo rilevante e soprattutto aiutarti a staccare completamente dai tuoi dispositivi.

CREDIT: https://it.freepik.com/foto

I fondamentali: lo squat e i suoi segreti

Tempo di lettura: 2 '

Lo squat è un esercizio che incontri spesso nei tuoi allenamenti personalizzati, ma soprattutto nella vita di tutti i giorni. Pensa a quando ti siedi su una sedia, su un divano o quando ti accovacci alla ricerca di qualcosa caduto accidentalmente per terra. Quando si parla di squat, si entra nella quotidianità. Ecco perché secondo il nostro ideatore e responsabile del Metodo delle 3F, il Prof.Vito Stolfi, lo squat è “il Re degli Esercizi”. Uno dei fondamentali nel tuo menù di degustazione legato all’attività fisica. D’altronde lo squat è una proposta completa, in grado di attivare – con varie sfumature – a 360 gradi il tuo fisico.

Riflettendoci bene…

Nel mondo occidentalizzato stiamo molte ore seduti. In particolare modo, in tele o smart working è stato un boom, ancora di più ce ne fosse bisogno, di sedentarietà ed immobilismo. Se ci pensi, i pasti li fai da seduto, in macchina sei seduto, lavori dal tavolo o dalla scrivania, seduto! Quando ti rilassi sei disteso o comunque in posizione seduta, non di certo in piedi o in attività. Le 3 ore di attività fisica settimanale raccomandate dall’OMS, sono un buon punto di partenza per dare al tuo fisico solidità, equilibrio e longevità. Eppure, qualche altro accorgimento utile per migliorare in forza, fiato e flessibilità del tuo corpo, si può adottare. Proprio grazie allo squat.

Profondità e cura del dettaglio

Nello specifico lo squat serve per sviluppare in maniera armoniosa i muscoli degli arti inferiori, ma essendo un esercizio multiarticolare, coinvolge anche l’addome e altri distretti muscolari a seconda delle varianti che esegui.

Di base, con lo squat, le tue gambe si piegano o si accovacciano (quando vai in posizione molto profonda). Tutto questo, aiuta a migliorare la flessibilità del tuo fisico in primis, ma anche la forza.

Proprio dagli Stati Uniti e dal Brasile, arriva un monito in questo senso. Quando guardi la televisione o fai un’attività che non richiede l’obbligo di stare seduto, prova a mantenere la posizione di squat per oltre 30 secondi finché ti dedichi ad altro. I benefici che sono stati riscontrati, sono innumerevoli, tra i quali:

  • schiena più attiva e più stabile, con meno dolori
  • fianchi più levigati
  • gambe più toniche e reattive
  • i danni della sedentarietà, diventano un vago ricordo.
  • una vita più lunga

E tu cosa aspetti a rimetterti in moto? Per fare degli squat a regola d’arte, la nostra squadra di personal trainer è pronta a prendersi cura di te. Perché la salute è il bene più prezioso che disponi ed è bello ricominciare proprio dall’esercizio fisico una nuova normalità verso una vita più attiva, sana e felice.

CREDIT: https://it.freepik.com/foto

Sei già cliente Break?

ABBIAMO UNA BELLA NOTIZIA PER TE!

Avrai la possibilità di convertire i tuoi allenamenti in sessioni di Virtual Group Training!

Una soluzione rapida, efficace, ancora più sicura per continuare il tuo percorso direttamente da casa, senza pagare servizi in più.

Clicca sul tasto arancione qui sotto e ti contatteremo al più presto per fornirti tutti i dettagli per accompagnarti nel mondo di Show Virtual Group Training!

Prossimamente sugli schermi Show una sorpresa per te!

Fantastico!

L’operazione è andata a buon fine!

A presto!

Il Team di Show Club

Ti stai iscrivendo alla nostra newsletter


    MF

    Cliccando su invio dichiaro di aver letto e accetto l’informativa privacy.

    Che bello!

    Siamo contenti tu abbia deciso di iniziare da oggi il tuo cambiamento.

    Nelle prossime ore ci prenderemo cura di contattarti per fissare il nostro primo incontro.

    A presto!

    Il Team di Show Club