Personal Training Online: 5 consigli per le tue vacanze

Tempo di lettura: 6 '

Il personal training online negli ultimi anni sta prendendo sempre più piede. In vista dell’estate, abbiamo pensato di interpellare i nostri esperti su cosa fare in vacanza per mantenerti in forma. Che tu abbia scelto il sole e il vento del mare o tu preferisca il fresco e la natura della montagna, siamo pronti a guidarti con i 5 pratici consigli da mettere in atto per non sp*******e quanto di buono hai fatto negli ultimi mesi.

1°consiglio per stare bene in vacanza: personal training online

Prima cosa: rilassati, sei in vacanza. Sembra banale, ma non lo è affatto. Assapora ogni momento del tuo viaggio. Dalla partenza all’arrivo dalla ripartenza al ritorno. Nel mezzo c’è un mare o una montagna, dipende cosa hai scelto, di attività da fare. Una di queste sono le sessioni di Personal Training Online, un ottimo rimedio contro i rimorsi da abbuffata, come riconosce il nostro Vito Stolfi, ideatore del metodo delle 3F.

Almeno un giorno a settimana di Virtual Personal Training con Show (allenamenti da 30′ ndr) toglie il senso di colpa di torno!“, sottolinea il CEO di Show, “e poi due giornate in cui fai esercizio intenso per 20 minuti. Scegli tu se fare una corsa, una nuotata o una seduta di forza: l’importante è mantenere un’intensità alta. In questo modo ti puoi concedere i piaceri offerti dall’estate. Una birra fresca con gli amici, un gelato con i propri figli, anguria fresca nel post cena. Abbiamo bisogno di stare insieme agli altri e il buon cibo è un’ottima occasione per alimentare la convivialità di cui c’è bisogno in questo periodo”.

2°consiglio per stare bene in vacanza: più tempo per te e le tue passioni

Tempo per se stessi del nostro Enrico Magoga, responsabile metodologico di Show Club Prato della Valle, per mantenere i risultati anche in estate, che lancia una sfida ai lettori: tornare dalle vacanze più asciutti di quando parti. Siamo ad agosto, tempo a disposizione c’è,” – osserva Mago uno dei capitani della sala in Vicolo Cigolo – “consiglierei di sfruttare queste giornate per divertirsi e concedersi qualche sgarro alimentare, ma allo stesso tempo muoversi!”

Progetto ambizioso, ma non troppo, a pensarci bene: “con più ore libere a disposizione, giornate più lunghe e più ore di luce, consiglio di sfruttare la natura che ci circonda per fare esercizio fisico quotidianamente. Esercizi a corpo libero in spiaggia, una camminata in collina o una gita in montagna sono il top. Magari quest’ultima attività indossando il cardiofrequenzimetro monitori le calorie bruciate e valorizzi il tempo a tua disposizione. La vacanza è un momento in cui ricaricare e dedicare tempo a sé stessi, non solo per stare fermi e non fare nulla.”

Utilizzare il tempo in modo divertente e sano, una ricetta sempre attuale: “un’oretta al giorno di movimento è troppo per aumentare la spesa calorica e chissà, mantenere i risultati immaginando di portarli al miglioramento?” si chiede Mago, pensando già al rientro dalle vacanze. “É un sogno tornare dalle vacanze dimagriti?” Forse Mago, ma con il Personal Training Online è un desiderio accessibile e sempre possibile.

3°consiglio per stare bene in vacanza: i 10.000 passi

Da Beethoven a Darwin, fino alle riunioni itineranti camminando di Steve Jobs, non si contano i nomi delle grandi personalità del passato solite passeggiare quotidianamente. Insomma passeggiare piace, aldilà dei 10.000 passi consigliati un po’ ovunque quando si parla di benessere. Un numero, i 10.000, che ritorna spesso quando si parla di dimagrimento per buttare giù i chili di troppo. Tutto bello, tutto legittimo, come ci conferma uno dei responsabili tecnici di Show Prato della Valle, Luca De Biagi, ma non bastano: “10.000 passi almeno tre volte a settimana vanno bene, ma poi serve anche altro. Un circuito di allenamento a corpo libero breve, ma intenso, è fondamentale per confermare i progressi raggiunti. La sessione per essere divertente deve essere molto dinamica, incentrata sulla forza, meglio della durata di 20′, 2-3 volte a settimana.

Proprio come già affermato dal prof. Stolfi, la forza è fondamentale quando si vuole migliorare il proprio metabolismo. La camminata è una piccola delizia che ti puoi concedere sia al mare, sia in montagna, e con l’allenamento della forza forma un binomio vincente “I benefici della camminata permettono di aumentare il dispendio calorico giornaliero compensando la minore frequenza settimanale di esercizio. Camminare sulla battigia è sicuramente molto piacevole, mentre in montagna tieni conto dei dislivelli. Se c’è tanto, servono anche meno di 10.000 passi al giorno. La forza serve per mantenere il tono muscolare.” E il nuoto, se vai in vacanza al mare, è da considerare lavoro sulla forza o sul fiato? “Più fiato, perché generalmente è propedeutico alle sessioni aerobiche.

4°consiglio per stare bene in vacanza: le 3F e il personal training online

Un suggerimento diviso in tre parti. “Io sono per l’1+1+1” afferma il responsabile metodologico di Show Centro – Padova, Marco Musumeci. Una semplice addizione, dal sapore divisione, con tanto benessere per il tuo fisico. Anche in ferie, tra mare e montagna “distribuire durante la settimana almeno un’ora di Forza, un’ora di Fiato e un’ora di Flessibilità è un’idea vincente per conservare il fisico costruito in questo 2022.”

Idea temeraria? Forse, ma in vacanza alibi o scuse legate al tempo non ci sono. Ecco perché l’idea ‘matematica’ dell’angelo custode della sala di Via Cappelli è più che sensata: “Suddividere in più momenti i tuoi appuntamenti con gli esercizi di forza, fiato e flessibilità ti permette di dare benzina preziosa al tuo corpo. Per quanto riguarda nel dettaglio:

  • Forza: tre workout a settimana della durata di venti minuti coinvolgendo tutto il corpo in modo dinamico.
  • Fiato: attività come nuoto, jogging, bici, canoa, sono perfette perché coinvolgono l’apparato cardiocircolatorio al meglio. Due sessioni da mezz’ora a settimana, in vacanza, sono l’ideale.
  • Flessibilità: quattro volte a settimana, magari 15 minuti, ma ben fatti e calibrati per sciogliere al meglio i muscoli

5°consiglio per stare bene in vacanza: l’app Show Club, un’amica sempre al tuo fianco

Lo ripetiamo: in vacanza il riposo è un diritto. Allo stesso tempo mantenere i benefici che hai ottenuto nei mesi precedenti è un piacevole dovere. Va bene staccare la spina, ma senza che la pigrizia prenda il sopravvento. Le ragioni per farlo sono almeno 3, secondo il nostro guardiano del metodo Eros D’Alpaos, della sede Show della Ghirada – Treviso: “Nel momento in cui non ti alleni, perdi il tono muscolare e di conseguenza aumentano i dolori fisici, soprattutto a spalle, collo e schiena perché le articolazioni sono meno supportate. Producendo meno endorfine, il tuo buon umore ne risente, senza contare che il metabolismo, quando è inattivo, subisce una battuta d’arresto.”

Che cosa fare in un quadro simile? “Come hanno detto bene i miei colleghi” – sottolinea il responsabile metodologico di Treviso – “è importante pianificare 1-2 allenamenti a settimana, brevi, di 30′, continuando a mixare la Forza, il Fiato e la Flessibilità. A tal proposito all’interno dell’app SHOW CLUB (scaricala App Store e Google Play ndr) ci sono tanti allenamenti on demand pronti da svolgere. Inoltre, chiedendo al tuo team di personal trainer, puoi ricevere consigli personalizzati ed avere una guida anche a distanza. In valigia portati sempre il tuo cardio frequenzimetro per monitorare il battito cardiaco. Nel clou della tua sessione, coincidente con gli esercizi di forza e fiato, cerca di stare in zona verde e arancione, mentre il colore azzurro e verde mantienilo per i minuti iniziali e finali con esercizi di fiato e flessibilità.

Come dimenticare l’effetto yo-yo: perdi peso in salute

Tempo di lettura: 4 '

Sai che cos’è l’effetto yo-yo? Te lo proviamo a spiegare così: fai una dieta, perdi chili, anche tanti e magari in poco tempo. Ti guardi davanti allo specchio e non credi ai tuoi occhi. Stai riuscendo in qualche cosa che ti sembra impossibile: rientrare nei tuoi vestiti preferiti. In preda a questa euforia decidi che puoi mollare qualcosa, soprattutto a tavola. Non lo sgarro, che ci può sempre stare, basta che non diventi abitudine. Dopo un paio di abbuffate ben “calibrate“, riprendi tutto come se la dieta precedente non fosse mai avvenuta e con gli interessi. Talvolta 2-3 volte tanto. Perché se è vero che dimagrire è relativamente facile, mantenere i risultati è moooooooolto più difficile. Un numero su tutti: solo il 20% di quanti seguono una dieta, sul breve-medio periodo non riprende peso.

Tra yo-yo e chili di troppo, sei in buona compagnia!

I dati della Società Europea per lo studio dell’Obesità confermano che dimagrire è difficile. Su un campione di 1800 intervistati in cinque paesi tra cui l’Italia, il 79% degli intervistati – sofferenti di un’obesità medio-grave – ha cercato di perdere peso nel corso dell’ultimo anno, ma solo il 25% ha ottenuto un risultato clinicamente accettabile, perdendo almeno il 5% del proprio peso. Addirittura il 5% del campionato ha preso chili, con il 50% dei partecipanti allo studio che soffre di due o più disturbi legati all’obesità, come diabete di tipo 2, ipertensione ed ipercolesterolemia.

E se l’Europa piange, gli Stati Uniti non ridono. Quattro persone su cinque, secondo alcuni studi dei ricercatori della California Polytechinc State University e apparsi sull’autorevole rivista Obesity, terminata la dieta recuperano i chili buttati giù in tempi mediamente rapidi.

Perché si re-ingrassa?

Spesso il dimagrimento è prettamente una questione mentale, legata ad una questione di tempi e modi. In questo senso la testa, quando intraprendi una dieta, è bianco o nero, tutto o nulla, come viene definito dagli psicologi della Drexer University.

I primi tempi sono spesso una luna di miele in cui tutto è bellissimo. Si perdono chili, si vedono cambiamenti, si inizia a fantasticare su un nuovo guardaroba. Tutto repentino, rapido, senza freni. Una slavina di chili salutati in fretta e tanti saluti a chi ti dice “attenzione, più in fretta si cala, maggiori sono la probabilità che il sacrificio si rivelerà inutile“. Parole profetiche. Tutto diventa come uno yo-yo.

Si scende e si sale, tutto nel segno dell’istantaneità. Vuoi dimagrire subito, dimenticando che per anni la tua alimentazione e il tuo stile di vita sono stati tutto, tranne che i tuoi più preziosi alleati. Ecco perché, oltre a mangiare sano, sono necessari altri due elementi per rimetterti in forma: esercizio fisico e riposo

Yo-yo, a spasso nel tempo

In ogni cambiamento che intraprendi, le aspettative che riponiamo sono l’ago della bilancia tra la riuscita o meno di quest’ultimo. Non è questione di alte o basse, ma di quello che ti attendi. La mente funziona, in questi casi, come una perfetta macchina del tempo: eccellente nel fare congetture sull’avvenire o rimuginare sul passato, perdendo il contatto con il presente.

La focalizzazione troppo approfondita sul futuro, in un percorso volto al dimagrimento ma non solo, può essere deleteria e disfunzionale. Il conseguente recupero del peso perso è spesso solo una conseguenza del mancato seguito del mantenimento delle aspettative. Al tempo stesso, rivolgere la mente ad uno storico di diete non riuscite, interrotte sul più bello o ancora prive dei risultati auspicati, innescherà un effetto yo-yo che ti porterà a dire “ok, tanto vale mollare!”, lasciando spazio ad ansia a frustrazione.

Postilla da tenere a mente: lo sgarro alimentare, anche quando stai seguendo una dieta, uno sgarro si può prendere senza dramma alcuno. L’importante, come sottolineato anche sopra, è non farlo diventare una “sana” abitudine.

Tra passato e futuro, presente

Tolstoj affermava:

“C’è un solo tempo importante, ADESSO! È il tempo più importante perché è l’unico tempo su cui abbiamo potere”

Come si fa a restare ancorati al presente quando si cerca di dimagrire? Le soluzioni a portata di mano sono almeno 3:

  • Politica dei piccoli passi
  • Perseveranza
  • Affidarti ad un supporto adeguato.

Mollare, quando si intraprende un percorso volto al dimagrimento, significa consegnarsi all’effetto yo-yo. Ecco perché spesso, le strategie migliori per non cadere in questo gioco, restano quelle di sempre:

  • Rivolgersi ad un nutrizionista per un regime alimentare consono ai propri obiettivi
  • Intraprendere un percorso di esercizio fisico personalizzato
  • Mantenere la lucidità e la calma nei momenti più complessi con l’aiuto di una persona preposta a questo, come uno psicologo o psicoterapeuta

In questa maniera si può pianificare la fuga dall’effetto yo-yo e di conseguenza dalla dittatura della bilancia: cambiare il proprio stile di vita.

Tra mente e fisico, il workshop per dimenticare i sali e scendi

“FUGA DALLA BILANCIA: 10 minuti al giorno per vincere la fame nervosa” a cura di Emanuel Mian, il 9 giugno delle ore 20.30 in via Cappelli a Padova è il Workshop pensato per te per dare qualità al tuo rapporto con il cibo e l’esercizio fisico.

Perché alimentazione sana ed attività fisica personalizzata sono due fili collegati, inscindibili, quando si vuole instaurare una relazione sana ed appagante con il proprio corpo.

Iscriviti subito, cliccando qui!

Fame nervosa come combatterla con dieta ed esercizio fisico

Tempo di lettura: 3 '

La fame nervosa è la tua nemica quando ti metti a dieta, oltre ad essere uno dei tuoi motivi per il mancato dimagrimento. Oltre alla frustrazione, ecco la tristezza, l’amarezza, la delusione. E sei lì a chiederti perché quella maledettissima bilancia non segna i numeri che desideri, nonostante la tua applicazione quasi ferrea in un regime alimentare corretto.

In fondo non sei a caccia di fortuna, ma stai lavorando per vederti meglio allo specchio o sentirti maggiormente a tuo agio con i corpo. Eppure la fame, quella che ti coglie senza avvisare o quella consolatoria, è la peggiore nemica quando desideri intraprendere un percorso volto al dimagrimento. E allora cosa puoi fare per migliorare? Smettere di mangiare per perdere peso? Decisamente no. Migliorare la propria relazione con il cibo? Decisamente si.

Fame nervosa vs Fame Fisiologica

Partiamo da un assunto chiaro: è la fame nervosa quella che ci porta a divorare appena torniamo a casa mezza cambusa o quella deliziosa parmigiana avanzata il giorno prima ancora vagante in frigo. Non di certo la fame fisiologica. Come dice bene Emanuel Mian “è una fame che arriva dalla mente, non dallo stomaco”. L’autore di Mindfoodness e di Fuga dalla bilancia – 10 minuti al giorno per vincere la fame nervosa aggiunge “Se anziché partire dal cosa e quanto dobbiamo mangiare, partissimo dal perché e dal come mangiamo molto probabilmente finiremmo per evitare di abbuffarci, o quanto meno ridurremmo drasticamente gli episodi di fame nervosa”. 

Fuga dalla bilancia: ovvero come vincere la fame nervosa

Non solo un titolo del libro, ma anche un concetto da codificare al meglio: la bilancia non va evitata, bensì utilizzata come un semplice strumento quale è. Perché scappare dalla bilancia, quando è sufficiente attribuirle il valore corretto? Ogni numero, quando si intraprende una dieta, va contestualizzato. Secondo Mian non si vale tanto quanto il peso che si perde. I numeri vanno contestualizzati. Perché la perdita della massa grassa è quella più lampante da vedere, ma spesso la trasformazione della massa grassa in quella muscolare porta maggiori benefici sulla lunga durata. C’è da venire a patti con un concetto-trappola molto diffuso: qualora la dieta non porti i risultati sperati, tanto vale rituffarsi sul cibo. Ecco perché l’utilizzo della bilancia deve essere fatto in un determinato modo, rispettando giorni, frequenze ed orari, perché una dieta per funzionare deve partire dalla testa.

Mindfoodness: un’alimentazione coerente con i tuoi obiettivi

Potrà sembrare ai limiti del banale, ma per fermare la fame nervosa è fondamentale domandarsi sul motivo che ti spinge a mangiare. Niente di fisiologico, solo questioni nervose. Proprio la fame nervosa lascia scorie in termini emotivi come senso di colpa e insoddisfazione. Altro aspetto fondamentale da tenere in considerazione quando si parla di fame nervosa: la velocità. Fagocitare anziché mangiare, pena anziché godimento. Approcciarsi con lentezza al cibo permette:

  • mangiare meno
  • gustare i sapori
  • apprezzare gli odori e i colori del cibo

A questo punto mangiare non è più abbuffarsi in modalità fast & furious, ma diventa un’esperienza multisensiorale. Appagante ed arricchente. Non di calorie, ma di emozioni. Le stesse che regolano la tua fame.

Fame Nervosa: altolà senso di colpa!

I chili di troppo si portano dietro parecchie complicanze, vedi patologie metaboliche correlate, ma non solo. Una su tutte, il senso di colpa. Esatto, proprio lui. Ti sgomberiamo subito il campo: più del senso di colpa è il senso di responsabilità quello di cui ti devi armare quando ti alimenti o senti il desiderio di mangiare. Con questo ragionamento, mangi meno e meglio, e la bilancia, ti darà le risposte che cerchi. In questo senso diventa fondamentale cucinare: compiendo questo gesto, anziché mangiare o scaldare cibi già pronti, aiuti la tua mente a mangiare più lentamente e consapevolmente. Mian sottolinea “In questa ottica mangiare è come guidare: se si guida velocemente ci si perde il paesaggio e si rischiano incidenti. Se, invece, si guida lentamente, si vede il paesaggio e il rischio di incidenti diminuisce notevolmente.” Aggiungiamo, tenendo un boccone in bocca più a lungo, ti aiuta a percepirne il vero sapore e a saturare i recettori, cosa che ti porta poi a mangiare meno.

Perché una dieta funzioni…

Perché una dieta abbia successo e per non essere più preda della fame nervosa, l’approccio al cibo è l’aspetto più importante. Farsi una domanda e darsi una risposta non è solo un’aforisma marzulliano, ma è il punto di partenza per capire se si tratta di fame fisiologica o nervosa. La dieta, quindi, torna ad essere quel che è nel senso etimologico del termine: uno stile di vita. Con un paradigma chiaro: “Se si ha fame è un po’ come chiedersi se si ama qualcuno. Se hai questo dubbio la risposta è no”.

Un workshop per mangiare e vivere meglio

“FUGA DALLA BILANCIA: 10 minuti al giorno per vincere la fame nervosa” a cura di Emanuel Mian, il 9 giugno delle ore 20.30 in via Cappelli a Padova è il Workshop pensato per te per dare qualità al tuo rapporto con il cibo e l’esercizio fisico.

Perché alimentazione sana ed attività fisica personalizzata sono due fili collegati, inscindibili, quando si vuole instaurare una relazione sana ed appagante con il proprio corpo.

Iscriviti subito, cliccando qui!

Dimagrimento e motivazione, le strategie (vincenti) per perdere peso

Tempo di lettura: 5 '

Quanto è importante la motivazione in un percorso per iniziare a perdere peso in maniera sana e corretta?

Introduzione

Dimagrimento e motivazione a fine gennaio. La situazione? Quella di sempre. Il primo mese dell’anno è oramai agli sgoccioli e sembra tu stia già rinunciando a perdere quei chiletti di troppo che senti di avere. Vero?

Per la maggior parte di chi vuole dimagrire, i buoni propositi fatti a cavallo tra Natale e Capodanno, entro la fine di gennaio sono spesso grandemente ridimensionati, quando già non belli che dimenticati.

Sembra impossibile, eppure è proprio così: la motivazione e la grinta che ad inizio anno ti pervadeva, la voglia di spaccare la bilancia – nel senso positivo – oramai è sciolta come neve al sole. Come mai? Scopriamolo.

Dalla motivazione all’azione (e viceversa)

È semplice: perché tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare!

In parole differenti l’idea, l’ambizione, la voglia, il progetto si scontra con la realtà dei fatti. Tanti impegni, poco tempo, poca organizzazione operativa. Insomma la rinuncia ti sembra l’unica via percorribile. Eppure, perdere i rotolini nella pancia è il desiderio che ti frulla dentro di te da più tempo. Ed è un peccato non iniziarlo in questo mese!

Un peccato davvero! Si perché tu hai il diritto, e per certi versi anche il dovere morale nei tuoi confronti, di inseguire i tuoi sogni e di provare a realizzarli. Sei conscia/o che la vita, quella vera fatta di emozioni positive, nasce proprio dalla completa realizzazione del proprio potenziale. 

Può bastare qualche settimana di gennaio per riporre di nuovo nel cassetto i sogni e continuare con la solita routine? Se stai cercando un cambiamento in meglio, il dimagrimento e motivazione

Ora se quello che stai cercando è un cambiamento in meglio nella tua vita, c’è una cosa da fare: investi un po’ di tempo per te e il tuo cambiamento.

Coraggio, dimagrire richiede motivazione!

Dimagrire richiede motivazione. Semplice da scrivere, ovvio per nulla. Tra le migliaia di persone che intraprendono un percorso dimagrante, solo pochi ottengono e mantengono i risultati sperati.

Le ragioni? Tantissime e tutte diverse. Al tempo stesso, prima di proseguire, è necessario avere il coraggio di discriminare le cause reali dalle scuse, in gergo gli alibi.

Al netto di chiare esigenze mediche, il successo o il fallimento nei percorsi di dimagrimento è questione soprattutto di motivazione o di mancanza di motivazione. Per aumentare le chance di riuscita in ogni percorsa è importante un supporto, che rinfocoli la motivazione che hai in te.

I vari “vorrei ma non ci riesco”, “mi manca il tempo“, “ma come faccio non ho nemmeno il tempo di respirare”, sono comprensibili ma al tempo stesso significano “non sono sufficientemente motivato”. Che guaio! Piccola scoperta: la motivazione nasce solo da sé stessi. Aiuto rilevante: con una squadra di personal trainer in grado di motivarti e darti il buon esempio, gli stimoli aumentano a dismisura!

Motivo e motivazione, quali sono le differenze?

Quale è il motivo che ti spinge a voler dimagrire? Non basta solo la motivazione per dimagrire? Domande legittime a cui rispondere. Punto primo: motivo e motivazione sono tutto meno che parole comunicanti o sinonimi. Quando si parla di motivazione è l’energia che alimenta perseveranza e volontà, sgorga dal motivo o dalla causa per la quale si vuole dimagrire. Più importante è la causa, più ci sono possibilità che tu riesca a dimagrire e portare a termine il percorso legato al dimagrimento.

Il motivo, in fin dei conti, è una costante, il fulcro sul quale la tua motivazione, spesso variabile e frammentata nei momenti della tua quotidianità. La motivazione, per essere mantenuta e nutrita al meglio, non deve allontanarsi dalla sua sorgente. Che cosa significa? Focus sempre chiaro, nitido e prioritario, sempre focalizzato nel tempo.

Sapevi che la motivazione dipende dalla perfetta sincronia di vari componenti interni come il divertimento, l’empatia, l’autostima, logiche di tempo e di luogo, oltre a fattori esterni? Ti piacerebbe scoprire quali sono gli elementi più impattanti sulla tua motivazione quando decidi di dimagrire?

Se la risposta è “SI!” abbiamo pensato per Te ad un test motivazionale,”Da Domani Mi Muovo”. Pensato e creato atto apposta per trovare la chiave per aumentare la tua motivazione e capire quali sono i fattori preponderanti nella costruzione di quest’ultima quando decidi di intraprendere un percorso volto al dimagrimento.

Guardiamole assieme. a causa una instabilità emotiva, ovvero un mancato equilibrio psicologico.

Motivazione e dimagrimento, tutto una questione di equilibrio

Dimagrimento e motivazione vanno a braccetto con l’equilibrio emotivo. Spesso l’abuso di cibo e bevande è da legare a sintomi di instabilità anche emotiva. Lavorare su questo aspetto con lucidità, diventa un primo piccolo traguardo.

Le persone che vogliono dimagrire spesso lo fanno per il bisogno di piacere e prima ancora di piacersi. Certo, c’è chi lo fa anche per una questione “medica”, ma è una percentuale molto più bassa. A prescindere comunque dai chilogrammi e dai centimetri delle nostre circonferenze, dobbiamo sempre chiederci che considerazione abbiamo noi stessi, che tono dell’umore abbiamo tutti giorni.

Fatto questo, oltre a diminuire lo stress che percepisci di giorno in giorno, nella ricerca della giusta motivazione per dimagrire possono essere utili alcuni di questi accorgimenti che ti elenchiamo.

Dimagrimento e motivazione, le mosse vincenti

  • Consulta uno o più professionisti per ottimizzare la perdita di peso.  
  • Concentrati sul focus, cioè sul motivo o sulla causa dalla quale la motivazione prende forza. Se trascuri questo punto è molto difficile, per non dire impossibile, motivarti
  • Un dimagrimento sano previene l’insorgenza di patologie metaboliche, mantiene il corpo in forma e vivi meglio.
  • Assapora i miglioramenti day by day, senza ossessionarti sulla grande O, l’obiettivo finale. Concentrati sugli aspetti positivi del tuo percorso, festeggiandoli quando puoi con il tuo cerchio magico e goditi il cammino sempre e comunque.
  • Cerca di essere SMART. Cosa vuole dire? In poche parole, benvenuto realismo, ciao ciao sogni impossibili! Datti obiettivi specifici, misurabili, realizzabili, realistici e tempistici.
  • Dimenticati la parola “velocità” e inizia un diario in cui appunti sensazioni, numeri, parole chiave del tuo percorso.
  • Evita il perfezionismo, ama e apprezza il tuo corpo.  ·  Quasi ce lo scordavamo…allenati con metodo e guida. Insieme a qualcuno che si prende cura del tuo esercizio, anche il cammino verso le forme desiderate, assume un gusto differente. Più saporito, più condiviso, più divertente. Perché oltre le forma, cambia anche la sostanza: la tua vita!

Conclusione

Dimagrimento, ma soprattutto motivazione. Proprio per innestare cambiamenti nel tuo corpo e iniziare nuove abitudini nella tua vita è stato pensato il primo workshop Show del 2022.

Con la presentazione di “Domani Mi Muovo – L’inizio”, la seconda fatica opera letteraria dell’accoppiata Roberto Travan ed Annalisa Dorbolò, sei di fronte ad un progetto innovativo basato su una nuova cultura del movimento, dedicato a chi vuole recuperare la forma fisica dopo un periodo di inattività dovuto a infortunio, malattia o sedentarietà. Noi di Show Club sosteniamo questo libro utile a muoversi e coerente con il metodo delle 3F, quello con cui ti alleni ogni giorno all’interno dei nostri centri.

Quante volte ti sei ripromesso “Basta, ora si cambia e inizio a perdere peso”? Quante volte ti sei detto che da domani inizierai la dieta? Da domani mi muovo è un aiuto concreto per ritrovare energia, ritornare in forma e guardare alla vita in modo nuovo. In poche parole, per tradurre in realtà il buon proposito “da gennaio si cambia!”

Appuntamento il 31 gennaio all’interno della sede di Via Cappelli 20 a Padova e il 1 febbraio nel club Show della Ghirada di Treviso a partire dalle 21:00 fino alle 22:30. Per entrambi i workshop l’opportunità, oltre che da vivo, di assistere all’evento anche online in diretta streaming.

Dimagrimento e motivazione

Motivati a dimagrire, i trucchi per farlo al meglio

Tempo di lettura: 5 '

Per dimagrire in salute ci vuole motivazione. Tanta, indubbiamente. Sembra tutto scontato o semplice, ma non lo è per nulla. Pensa a quante persone intraprendono un percorso dimagrante e in quanti poi lo riescono a mantenere, raggiungendo i risultati sperati. Poche? Forse nei centri fitness è normale, non in luoghi ti motivano ad alzare l’asticella e raggiungere gli obiettivi che ti prefissato.

Tante ragioni per (non) dimagrire

Le ragioni che stanno alla base di questo fenomeno sono tante e possono essere le più disparate. Una cosa è sicura: c’è una bella differenza tra alibi e cause reali. Colpevolizzarsi serve a poco, l’importante è cercare di capire quali sono le cause che non portano a raggiungere l’obiettivo prefissato e dimagrire in salute. Dall’esperienza dei professionisti legati alla nutrizione o i tecnici sportivi, spesso il mancato raggiungimento del risultato dipende da tre parole: mancanza di motivazione.  

L’arcinoto ritornello “vorrei ma non ci riesco”, significa “non sono sufficientemente motivato”. Questo è un problema a monte, perché la motivazione può sorgere solo da noi stessi. Quello che può fare un nutrizionista, un dietista o un personal trainer è quello di darti il buon esempio, in modo coerente e congruente, stando al tuo fianco mantenendo sempre vivo il tuo stimolo.

Motivo contro Motivazione

Le parole “motivo” e “motivazione” non sono sinonimi o proporzionali tra loro. La motivazione, ovvero la forza che alimenta perseveranza e volontà, nasce dal motivo o è la causa per la quale si intende dimagrire in salute. Generalmente, più è rilevante la causa, più è probabile la riuscita del percorso.

C’è poco da sorprendersi. Il motivo è un punto fermo, un perno, al contrario la motivazione è mutevole e mutabile a seconda dei momenti della nostra quotidianità. Per sostenere la motivazione c’è da tenere il focus sempre ben chiaro e focalizzato durante le ore, i giorni e le settimane.

Mantenere la motivazione può assumere un’importanza “sproporzionata” rispetto al motivo che dovrebbe generare. Questa circostanza, positiva all’apparenza, è invece molto delicata da gestire e spesso può tramutarsi in qualcosa di preoccupante. Quando la motivazione non è più costruita su emozioni positive, sulla disciplina e sulla voglia di farsi del bene, ma negative, come la paura significano i disturbi disturbi del comportamento alimentare.

Perché anche con tutte le carte a nostro favore, pur non avendo problematiche di natura patologica, latita o si perde la giusta motivazione per dimagrire? Solitamente la causa è la mancanza di equilibrio psicologico, cioè instabilità emotiva.

Equilibrio Emotivo: la chiave per dimagrire in salute

Un altro fattore sostanziale è indispensabile da analizzare quando si vuole iniziare un percorso legato al dimagrimento, cioè l’equilibrio emotivo. Sgomberiamo subito il campo: non si parla di psicologia o disturbi vari, anche se abusare di cibo, bevande, soprattutto zuccherate ed alcoliche, è spesso sintomo di instabilità e instaurazione di circoli viziosi. Le persone che vogliono dimagrire spesso lo fanno per il bisogno di piacere e prima ancora di piacersi. Certo, c’è chi lo fa anche per una questione “medica”, ma è una percentuale molto più bassa. A prescindere comunque dai chilogrammi e dai centimetri delle nostre circoferenze, dobbiamo sempre chiederci che considerazione abbiamo noi stessi, che tono dell’umore abbiamo tutti giorni. Fatto questo, oltre a diminuire lo stress che percepisci di giorno in giorno, nella ricerca della giusta motivazione per dimagrire possono essere utili alcuni di questi accorgimenti che ti elenchiamo.

I 14 punti per perdere peso in salute e motivarti al meglio

1 – Consulta un professionista per iniziare a perdere peso. Un dietologo, insieme ad un programma di allenamento personalizzato gestito da un professionista dell’esercizio fisico che lavora in squadra e con metodo, può essere il primo passo decisivo verso il dimagrimento sperato.

2 – Stay focus, cioè stare sul motivo o causa della quale la motivazione prende il suo vigore. Scrivi o leggi giornalmente il tuo focus e utilizzalo come promemoria quando la situazione vira sul difficile.

3 – Cerca di ricordare tutti gli effetti positivi che può portare il dimagrimento come la prevenzione delle patologie metaboliche come il diabate, ipertensione, ipercolesterolemia tra le altre.

4 – Apprezza il percorso verso l’obiettivo finale. Gustati i progressi quotidiani e concentrati sul processo.

5 – SMART in inglese può significare accorto, intelligente, brillante, ma in italiano è un acronimo molto interessante composto da:

  • Specifico
  • Misurabile
  • Realizzabile
  • Realistico
  • basato sul Tempo

Alcuni esempi di obiettivi SMART? Correre due volte a settimana, mangiare quattro porzioni di verdura ogni giorno ed altre piccole azioni simili

6 – Pensiero positivo, con una focalizzazione maniacale sugli andamenti che rappresentano qualcosa di buono, per non dire ottimo, nel nostro percorso. Esempio banale: perdi 3 kg il primo mese di allenamento e dieta e 2 kg in quello successivo. Molto bene, hai perso 5 kg. Vivi questo numero come una conquista, senza focalizzarti sulla riduzione minima del dimagrimento avvenuta nel secondo mese.

7 – Obiettivi realistici in cui il tempo non ti sia tiranno. Lo sai perché? Prima cosa tiene lontano l’effetto yo-yo e poi raggiungendo i tuoi obiettivi mese dopo mese, settimana dopo settimana, avrai maggiori possibilità di mantenere il risultato anche in futuro.

8 – Poco è meglio di niente, sempre! Se devi dimagrire per fini salutistici anche una perdita del 5-10% rispetto alla cifra iniziale hai un grande impatto sulla tua salute: glicemia più controllata, livello di colesterolo più basso, così come livelli inferiori di trigliceridi, acido urico e pressione arteriosa più bassa, oltre a sentire meno dolori articolari e riducendo il rischio di malattie cardiache o tumori

9 – Il Piatto Unico, con i suoi principi, è un ottimo primo passo per iniziare a stare meglio. A questo abbinaci un po’ di attività fisica quotidiana. Bastano 22,23 minuti al giorno per migliorare la salute del tuo corpo.

10 – Tieni un diario alimentare, monitora i tuoi comportamenti a tavola e confronta i numeri e le parole dedicati alla tua perdita di peso.

11 – Celebra i successi per restare sempre al top della motivazione. Dimagrire è tutto fuorché facile, meglio festeggiare i successi che raggiungi in maniera adeguata e coerente con il tuo obiettivo.

12 – Fatti supportare dalle persone giuste in questo percorso. Gente che ti sappia guidare e stare al fianco, con le quali puoi condividere obiettivi e metodo. E se ti va, rendi pubblico l’impegno a chi vuoi bene. In questa maniera aumenti il tuo senso di responsabilità e persegui con ancora più convinzione i tuoi desideri.

13 – La perfezione non esiste. Indi per cui, ora che si avvicinano le feste, previeni gli eccessi e cerca di non essere troppo dur* con te. Ogni percorso legato al dimagrimento ha dei momenti di up e down, l’importante è saperli affrontare nella maniera migliore.

14 – Ultimo, non di certo per importanza, è l’esercizio fisico. Te ne abbiamo parlato spesso di questo, ma praticare lo sport o l’attività motoria che desideri, ti aiuta a mantenerti focalizzat*, motivat* nel raggiungimento dell’obiettivo.

Teoria e pratica, insieme!

L’esercizio fisico è solo una delle sei componenti fondamentali quando vuoi dimagrire in modo sano e duraturo. 

Assieme ad essa, infatti, ci sono: idratazione, sonno, alimentazione, motivazione e e stile di vita.

Ti piacerebbe valutare il tuo livello di attenzione in queste 6 categorie? 

Vorresti ricevere consigli personalizzati dai nostri esperti, per migliorarle?

Compila il Test della Forma Fisicache abbiamo messo a punto per aiutarti ad essere una persona più attiva, sana e felice!

Donne e muscoli, tutte le verità non dette!

Tempo di lettura: 4 '

Muscoli e donne, spesso due argomenti tutt’altro che nella hit parade dei pensieri femminili. Tanti luoghi comuni da sfatare, uno su tutti “eh, ma se divento muscolosa, il mio corpo è meno sexy”. Eppure un corpo più tonico, definito e muscoloso è spesso sinonimo di forme attraenti e ben proporzionate.

Ecco perché ti invitiamo a metterti comoda e leggere quello che ti stiamo per scrivere: potrebbe essere molto utile per la tua remise en forme.

I benefici del miglioramento muscolare

L’aumento della massa muscolare per una donna porta svariati benefici. Li elenchiamo rapidamente:

  • aumento del metabolismo
  • miglioramento dell’autostima
  • rallentamento perdita ossea
  • rischio fratture associate all’osteoporosi ridotto.

“Ma io non voglio diventare grossa”, quante volte hai ascoltato le tue amiche preoccupate dire questo quando sentono che ti alleni sulla crescita muscolare. Puoi rassicurarle: i livelli di testosterone delle donne sono inferiori del 20% rispetto a quelli degli uomini. Questo per spiegarti che se ti alleni sulla forza muscolare non diventi grossa, anzi. È più facile che il dimagrimento tanto sognato e desiderato, da tempo immemore, possa avvenire in modo più rapido e sicuro.

Come iniziamo a costruire la tua forza muscolare

Parola chiave: pianificazione. Per tutte le donne che vogliono migliorare muscolarmente è importante sincronizzare i proprio allenamenti in relazione ai propri cicli ormonali. Molti studi hanno dimostrato che gli estrogeni, molto attivi durante l’ovulazione, stimolano la produzione di proteine e di conseguenza edificano al meglio i tuoi muscoli.

Uno studio pubblicato dalla rivista della Faseb, Federation of American Societies for Experimental Biology, ha rilevato che l’assunzione di pillole anticoncezionali può ridurre l’aumento di massa muscolare. Al contrario chi non le assumeva, aveva guadagnato anche il 60% in più di massa muscolare.


Oltre alla forza, ecco il fiato!

Il lavoro dedicato alla parte del fiato è parte essenziale per dare ai tuoi muscoli il tono e l’estetica che sogni. Corsa all’aria aperta o sul tapis roulant, il cosiddetto lavoro “cardio”, sono allenamenti complementari e ideali da svolgere se si vogliono bruciare grassi e le calorie in eccesso. Ma non bastano per ottenere un corpo definito come vuoi tu! La combinazione fiato + forza, insieme alla flessibilità, con sessioni personalizzate e cucite su misura per te, magari in Virtual (visto il periodo), sono il magic touch per bruciare tantissime calorie tutto il giorno e anche dopo l’allenamento.

Poi, oltre all’esercizio fisico, c’è un altro grande tassello per perdere peso e creare i muscoli che desideri: mangiare sano.

Alimentazione sana = più forza tutti i giorni

Spesso ti parliamo del Piatto Unico e siamo felici di farlo, perché è uno strumento unico di benessere quotidiano a tavola quando mangi. Per tante donne, come per tanti uomini, è bene sapere cosa mangiare prima e dopo l’esercizio fisico:

PRE WORKOUT

Uova: Consigliatissima anche come prima colazione, le uova sono un prodotto pieno zeppo di nutrienti essenziali per il nostro corpo. Come la Vitamina D: do you know it? Si, proprio quella ti può aiutare, se assunta nelle dosi corrette, aiutare il tuo metabolismo a bruciare più calorie. Un bell’ovetto intero, prima dell’allenamento può essere una buona risposta per avere tanta energia da bruciare nel tuo work out.

Frutta secca: Come accennato sopra, i grassi della frutta secca possono essere definiti buoni. Aiutano a stabilizzare il livello di zucchero nel corpo e prima di un allenamento possono essere una bella carica di energia senza senso di colpa.

Altre note sparse: assumi, prima di iniziare a muoverti all’interno del tuo club Show, carboidrati a lento assorbimento, grassi facilmente digeribili e soprattutto vitamine e Sali minerali, con una percentuale di proteine (bassa) per bilanciare l’apporto degli amminoacidi.

POST WORKOUT

Verdure a foglia verde: Stagionalità molto importante nella scelta della verdura da mangiare. Spesso quelle “verdi” sono un fantastico punto di incontro tra poche calorie e una quantità massiva di nutrienti come sali minerali e vitamine. La grande presenza di enzimi ti aiuta a bruciare più grassi e sentirti sempre al top dell’energia.

Salmone: Ottimo a colazione, straordinario post seduta. Al forno, alla griglia, affumicato, il pesce azzurro è una fonte eccellente di proteine ed acidi grassi Omega-3. Quest’ultimi sono i difensori delle tue membrane cellulari e tengono a bada le infezioni nel tuo corpo. 

Altre note sparse: proteine per i muscoli, grassi omega-3 per l’intelletto e sali minerali e vitamine per reintegrare le perdite durante l’allenamento.

It’s Virtual Time!

Perché un allenamento con la squadra di personal trainer Show di Virtual Personal Training fa bene al tuo corpo e alla tua forza muscolare?

  1. Definisci al meglio il tuo corpo
  2. Migliori la forza muscolare, ma anche la postura della tua schiena
  3. Migliori le performance
  4. Dai un grande slancio al tuo metabolismo
  5. Rinforzi il tuo sistema immunitario
  6. Il tuo umore e la tua autostima, balzano alle stelle!

Ti aspettiamo negli Show Club a Padova e Treviso.

test forma fisica

Sei davvero
come tu ti
vuoi?

Scopri la valutazione della tua forma fisica e migliora il tuo stile di vita grazie ai consigli personalizzati dei nostri esperti.

Che bello!

Siamo contenti tu abbia deciso di iniziare da oggi il tuo cambiamento.

Nelle prossime ore ci prenderemo cura di contattarti per fissare il nostro primo incontro.

A presto!

Il Team di Show Club

Ti stai iscrivendo alla nostra newsletter

Fantastico!

L’operazione è andata a buon fine!

A presto!

Il Team di Show Club

Prossimamente sugli schermi Show una sorpresa per te!

Sei giu00e0 cliente Break?

ABBIAMO UNA BELLA NOTIZIA PER TE!

Avrai la possibilitu00e0 di convertire i tuoi allenamenti in sessioni di Virtual Group Training!

Una soluzione rapida, efficace, ancora piu00f9 sicura per continuare il tuo percorso direttamente da casa, senza pagare servizi in piu00f9.

Clicca sul tasto arancione qui sotto e ti contatteremo al piu00f9 presto per fornirti tutti i dettagli per accompagnarti nel mondo di Show Virtual Group Training!

Quale servizio vorresti provare?

Che bello!

Siamo contenti tu abbia deciso di iniziare da oggi il tuo cambiamento.

Nelle prossime ore ci prenderemo cura di contattarti per fissare il nostro primo incontro.

A presto!

Il Team di Show Club

Ti stai iscrivendo alla nostra newsletter

Fantastico!

L’operazione è andata a buon fine!

A presto!

Il Team di Show Club

Prossimamente sugli schermi Show una sorpresa per te!

Sei giu00e0 cliente Break?

ABBIAMO UNA BELLA NOTIZIA PER TE!

Avrai la possibilitu00e0 di convertire i tuoi allenamenti in sessioni di Virtual Group Training!

Una soluzione rapida, efficace, ancora piu00f9 sicura per continuare il tuo percorso direttamente da casa, senza pagare servizi in piu00f9.

Clicca sul tasto arancione qui sotto e ti contatteremo al piu00f9 presto per fornirti tutti i dettagli per accompagnarti nel mondo di Show Virtual Group Training!

Sei giu00e0 cliente Break?

ABBIAMO UNA BELLA NOTIZIA PER TE!

Avrai la possibilitu00e0 di convertire i tuoi allenamenti in sessioni di Virtual Group Training!

Una soluzione rapida, efficace, ancora piu00f9 sicura per continuare il tuo percorso direttamente da casa, senza pagare servizi in piu00f9.

Clicca sul tasto arancione qui sotto e ti contatteremo al piu00f9 presto per fornirti tutti i dettagli per accompagnarti nel mondo di Show Virtual Group Training!

Prossimamente sugli schermi Show una sorpresa per te!

Fantastico!

L’operazione è andata a buon fine!

A presto!

Il Team di Show Club

Ti stai iscrivendo alla nostra newsletter

Che bello!

Siamo contenti tu abbia deciso di iniziare da oggi il tuo cambiamento.

Nelle prossime ore ci prenderemo cura di contattarti per fissare il nostro primo incontro.

A presto!

Il Team di Show Club