skip to Main Content
Universo Corsa: 3 Passi Verso Il Tuo…best Time!

Blog

Universo corsa: 3 passi verso il tuo…best time!

#La maratona: passo dopo passo

Come faccio a migliorare il mio tempo nella corsa? È questa la principale domanda che si pone il runner nelle cui vene scorre autentico sangue podistico. Ma quali sono i fattori sui quali è necessario lavorare per migliorare la propria prestazione, e quindi il proprio tempo? Noi ne abbiamo selezionati 3: riposo, alimentazione, mentalità. Perché alla fine…all you need is run! 🙂

Il meglio? Il meglio di te

“Less is more” (meno è meglio), dicono gli americani. Tempo fa, per un articolo di tutt’altro respiro, anche noi abbiamo utilizzato questo detto. Per quel tema calzava a pennello. Qui invece sembra che la scarpetta di Cenerentola non voglia proprio entrare: nel podismo infatti, il più è quasi sempre più. Per ottenere risultati migliori bisogna esercitarsi tanto e con costanza. Ma esercitarsi non vuol dire soltanto allenarsi: vuol dire anche adottare uno stile di vita sano, prestando attenzione a quelli che in apparenza potrebbero sembrare soltanto dettagli ma che in realtà possono davvero fare la differenza. Vuoi sapere qual è il meglio? Rivedi le tue abitudini e…tiralo fuori da te!

Have a good…sleep!

Apri bene le orecchie e (solo per adesso) non dormire. Non è una novità, molti runner tendono a sottovalutare la variabile del sonno convinti che non abbia alcuna influenza sul raggiungimento di una prestazione migliore. Ed è proprio qui che si sbagliano: quando diventa un’abitudine, la cattiva gestione del rapporto sonno-veglia può nuocere non soltanto la salute ma anche la performance. Ma quante ore sarebbe opportuno dormire per stare bene e correre senza accusare un fastidioso surplus di stanchezza? Non c’è un quantitativo esatto e valido per tutti: l’approccio migliore resta quello di ascoltare e interpretare i segnali che provengono dal corpo (mal di testa, nervosismo, ingiustificato, crampi, debolezza ecc.). So, keep calm and…listen to your body!

Mangia bene: fix the best mix!

Curiosità: hai mai sentito parlare di biodisponibilità? Sembra un parolone ma alla fine si tratta di un concetto molto semplice: gli esperti chiamano così la capacità del corpo di utilizzare ciò che viene introdotto con il cibo. In molti casi tale facoltà dipende e allo stesso tempo viene limitata da fattori fisiologici, come per esempio l’efficacia con cui lavorano i nostri enzimi. Quindi, come si fa a superare questo ostacolo naturale per ottenere il massimo da ciò che mangiamo? Puntando su mix alimentari astuti J Ecco un paio di esempi:
– Verdura + agrumi, più ferro grazie alla vitamina C: la verdura contiene molto ferro ma la sua forma chimica (ossidata) spesso ne rende difficile l’assorbimento da parte dell’organismo. Come rimediare? È sufficiente condirla con del limone o abbinarla a una spremuta d’arancia e, grazie all’azione della vitamina C contenuta negli agrumi, il minerale passa dalla forma ossidata a quella non ossidata.
Latte + banana, ideali per espellere i liquidi in eccesso: ok, anche se non ti vediamo, sappiamo che stai sgranando gli occhi. Eppure devi ricrederti: questo è un mix davvero efficace per stimolare la diuresi. Il potassio contenuto nella banana, infatti, viene trasportato all’interno dell’organismo insieme a un grande quantitativo di zuccheri. Allo stesso tempo, il calcio presente nel latte è disciolto in molti liquidi. Queste caratteristiche fanno in modo che le due sostanze non entrino in competizione tra loro all’interno del corpo, ma riescano entrambe a raggiungere le cellule, stimolandone il metabolismo.

MotivAZIONE: corri con la testa

Tutto passa dalla mente, anche il movimento: quando corriamo non vengono coinvolti soltanto muscoli, tendini e ossa. Senza una solida preparazione mentale, anche un fisico “perfetto” può arrendersi. Durante una corsa può succedere che le gambe non bastino più: in questi casi è solo la testa che ci può far andare avanti. Perciò, qualunque sia il tuo obiettivo, rimani concentrato su quello e cerca di allontanare dalla mente tutti i pensieri negativi che possono annebbiarti il cervello e impedirti di proseguire verso la meta. Puoi farlo. Yes, you can. 🙂
 

Condividi l'articolo sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *