skip to Main Content
Le 5 Regole Per Correre D’estate

Blog

Le 5 regole per correre d’estate

#La maratona: passo dopo passo

I meteorologi continuano a dirci che stiamo vivendo i giorni più caldi dell’estate e non sembra esserci tregua a questa calura…
Noi Runner però non ci fermiamo mai, è nel nostro DNA correre d’estate e qualsiasi siano le condizioni atmosferiche. Le maratone autunnali sono ormai alle porte e che le nostre scarpe ci portino a Verona, Venezia, Firenze, Valencia o New York, gli allenamenti devono iniziare. Non possiamo perciò farci fermare dal caldo!

Ecco quindi le 5 regole per sopravvivere alla corsa nelle torride giornate estive.
1. Il momento migliore
“Sleep is for wimps” (“Dormire è per rammolliti”, cit. Christopher Gaylord, ultra-endurance runner legend). Molti Runner sono abituati a correre la sera… tuttavia d’estate il sole rimane alto molto a lungo e le temperature si mantengo elevate anche dopo il tramonto, l’asfalto rigetta il calore accumulato ed è come correre sui carboni ardenti.
Immagino sia difficilissimo buttarvi giù dal letto alle 6.00 del mattino, ma credetemi è il momento migliore per correre d’estate. Pochi istanti prima dell’alba la temperatura raggiunge il suo minimo e verso le 6.00-6.30, il sole è ancora basso. Ci si può allenare con un clima accettabile. Se proprio non riuscite a farlo da soli, unitevi ai Sunrise Runners che ogni venerdì propongono un appuntamento per correre in compagnia!
2. Bere prima, durante e dopo
Idratarsi è la parola magica che dovrebbe accompagnarci tutta la giornata, sia d’estate sia d’inverno. I medici suggeriscono a tutti di bere almeno 2 litri di acqua al giorno, noi Runner dobbiamo berne anche di più! Prima di partire per una corsa estiva è d’obbligo bere almeno mezzo litro d’acqua (Due bicchieri da Mojito… ma senza Rum!).
 
mojito
 
Pianificate un percorso che attraversi luoghi dove sono ubicate le fontanelle pubbliche; seguite questo link per trovare quelle di Padova http://www.fontanelle.org/mappa-fontanelle.aspx?c=Padova%20(Veneto)&s=. Quando terminate l’allenamento bevete acqua o bevande pensate al riequilibrio dei sali minerali.
3. Segui il tuo cuore non le tue gambe
Correre nelle calde e colorate giornate estive è sicuramente più rilassante, almeno mentalmente, rispetto alle giornate uggiose e buie invernali, è tuttavia molto più difficile. L’aria è calda e pesante, spesso vi troverete a pensare di essere un po’ sottotono perché non riuscirete a mantenere il ritmo prestabilito, ma occorre vedere la cosa dal giusto punto di vista. All’aumentare della temperatura il nostro corpo spende molte più energie per raffreddarsi, sudiamo molto di più e lo stress fisico aumenta. È fondamentale quindi dotarsi di un cardiofrequenzimetro per monitorare il battito, non la velocità. Se quel giorno con 30 °C non riuscirete a mantenere il solito ritmo, non casca il mondo, ciò che è importante è mantenere il cuore nelle condizioni ottimali di allenamento… andate più piano! Avrete tutto il tempo per accelerare, quando sarà più fresco!
4. Vestiti poco, ma vestiti
Il nostro corpo è un climatizzatore perfetto, il suo scopo è quello di mantenere la temperatura media corporea di ogni individuo. Quando fa caldo bisogna vestirsi il meno possibile per evitare inutili surriscaldamenti, i cosiddetti, colpi di calore. La sudorazione ha lo scopo di rigettare il calore verso l’ambiente facendo evaporare il sudore. Le canottiere o le magliette tecniche permettono la traspirazione aiutando il nostro corpo a raffreddarsi. Alcune volte si incrociano Runner in giacca a vento d’estate, forse con l’idea di riuscire a dimagrire più velocemente, niente di più pazzo e sbagliato, impedire la traspirazione del sudore può essere molto pericoloso. Finito l’allenamento è importante cambiarsi la maglietta prima di entrare in un luogo climatizzato per evitare di prendersi un malanno.
5. Occhiali e berretto
La luce del sole può essere molto fastidiosa, si tende a contrarre i muscoli della faccia, togliendo parte del piacere alla corsa. Gli occhiali da sole possono proteggere dal riverbero del sole aiutandoci a rilassare i muscoli facciali, donando al viso una sensazione positiva. Il berretto può essere usato per proteggere gli occhi e la testa dai raggi solari. È possibile bagnarlo di tanto in tanto donando una piacevole sensazione di freschezza.
Non ci resta che applicarle per divertirci correndo in questa estata caldissima!

Condividi l'articolo sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *