Visual training: i benefici della ginnastica oculare

visual-training

Quando vogliamo porre l’attenzione su qualcosa spesso usiamo l’espressione “un occhio di riguardo a/per…”. Ma anche l’occhio vuole la sua parte di considerazione, soprattutto se si tratta della sua salute. Anche tu come la maggioranza delle persone sei convinto che una vista debole sia un disturbo irreversibile? Leggi l’articolo e scopri perché ti stai sbagliando…

Allenati a guardare lontano

Cosa distingue una persona lungimirante da una che non lo è affatto? Facile, lo dice la parola stessa: il lungimirante guarda lontano. Vede oltre. Prevede. E non si parla di sfere di cristallo, si parla di attenzione. Giochi di parole a parte, dovremmo cominciare a “guardare lontano” più spesso anche in fatto di benessere oculare. In che modo? Cominciando a praticare il cosiddetto Visual Training, ovvero la ginnastica per gli occhi. Dal punto di vista strutturale, la muscolatura degli occhi ha le stesse caratteristiche di tutti gli altri muscoli scheletrici del corpo umano perciò allenarla serve per renderla più forte e trofica. Certo, non tutti gli oculisti sono concordi nel confermare le capacità curative del Visual Training, tuttavia molti di loro sono convinti che tale pratica, se eseguita bene, non abbia alcuna controindicazione, anzi: allenare quotidianamente i muscoli oculari produce degli effetti benefici in tema di vista, soprattutto quando si tratta di rallentare il brusco indebolimento a cui tutti andiamo incontro quando superiamo i 40 anni.

Perché fare la ginnastica oculare?

Negli ultimi anni abbiamo assistito allo scoppio della cosiddetta “rivoluzione salutistica” che ci ha fatto conoscere discipline e pratiche sportive nuove in cui cimentarci per fare movimento. Eppure mai che si senta parlare di ginnastica oculare. Ma perché dovremmo cominciare a farla? Perché ci aiuta a:

– Rinforzare la muscolatura degli occhi.

– Migliorare la messa a fuoco.

– Stimolare la corteccia visiva del cervello.

– Mantenere la migliore condizione visiva raggiunta.

Come si pratica?

Il Visual Training, come ogni allenamento che si rispetti, dev’essere eseguito correttamente con regolarità se si vogliono trarre dei benefici. Prima di tutto è fondamentale rivolgersi al proprio oculista per imparare bene la tecnica. Dopodiché, data la semplicità di molti esercizi, è possibile procedere in autonomia dedicandoci almeno 15/20 minuti al giorno. Location e tempo sono senza dubbio due variabili che si adattano facilmente alle esigenze di chi è super-impegnato: al mattino appena sveglio, durante una pausa in ufficio, prima di andare a dormire o in qualsiasi momento della giornata in cui ci si può concedere un briciolo di relax.

Start now: 5 esercizi da provare subito

Se è la prima volta che ti cimenti in questo tipo di cose, comincia osservandoti allo specchio mentre esegui gli esercizi. Poi, acquistando dimestichezza, ti verrà tutto più facile e spontaneo.

#1 Occorrente: nulla. Obiettivo: migliorare la messa fuoco.

– Porta il pollice della mano destra molto vicino (8 cm) dal viso, cercando di metterlo a fuoco. Dopodiché allontanalo lentamente distendendo totalmente il braccio.

– Ripeti il tutto 10 volte.

#2 Occorrente: una sedia. Obiettivo: riposare gli occhi.

– Siediti su una sedia e strofinati le mani per riscaldarle. Chiudi gli occhi e coprili delicatamente con i palmi delle mani posti a forma di coppa. Non esercitare troppa pressione sui bulbi oculari e assicurati che la luce non filtri. A questo punto respira profondamente e lentamente e concentrati su un’immagine che ti ispira calma e relax. Quando non vedrai altro che oscurità, togli i palmi dagli occhi.

– Ripeti questo esercizio per almeno 3 minuti.

#3 Occorrente: penna e matita ben temperata. Obiettivo: stimolare la convergenza degli occhi.

– Allunga il braccio tenendo in mano la penna e posizionandola davanti al naso ad una distanza di 20/25 cm. Fissa la punta della penna e, con l’altra mano, avvicina lentamente la matita ben temperata fino a far combaciare le punte.

– Ripeti il movimento per 10 volte.

#4 Occorrente: nulla. Obiettivo: aumentare il controllo dei movimenti oculari.

– Immagina di vedere un grande 8 disegnato sul pavimento a circa 6 metri da te. Segui lentamente i contorni del numero con gli occhi. Continua a disegnare la figura seguendo il senso orario per 2 minuti. Poi ripeti tutto in senso antiorario.

#5 Occorrente: un oggetto posto oltre un recinto. Obiettivo: rinforzare la visione periferica.

– Fissa l’oggetto posto oltre il recinto o un qualsiasi “ostacolo” dato da una serie di sbarre. Quindi ondeggia con il corpo mantenendo lo sguardo fisso sull’oggetto.

– Ripeti questo esercizio per almeno 3 minuti.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *